Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità . Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie policy.

Eventi

Convivenze

da  06 mag 2017  a  28 mag 2017

Mostra di Silvano Bricola e Vanni Saltarelli

Mostra

Silvano Bricola e Vanni Saltarelli sono artisti noti ed apprezzati soprattutto in terra varesina e nella provincia di Como, ma dai rispettivi curricula e  dai riconoscimenti ricevuti traspare un interesse ben più vasto per le loro opere.

IMG8

Il titolo già dichiara la sintonia che c’è fra gli autori, non solo per quanto attiene alla concezione del fare arte, ma pure all’umanesimo persistente ed al vivo senso critico nei confronti della società contemporanea.

Saltarelli è un figurativo, ma con diverse particolarità. I suoi soggetti occupano il centro della tela e nelle figure la linea delle stesse è portante rispetto all’intera immagine  che si sviluppa creando numerosi punti di attrazione visiva in cui si susseguono spunti di realtà e divagazioni astratte. Queste ultime non sono casuali perchè, pur rispettando una logica compositiva, rispondono a riferimenti interiori.                

Così grumi di colori ed intrichi di segni, sempre ben controllati, raccontano una storia che va oltre le apparenze. Il segno di Saltarelli è spontaneo ed energico, influisce dinamicamente sul soggetto, disegnando una mappatura che sembra irradiare attorno allo stesso una diversa configurazione, ricca  di vitalità e di vissuto...

Pure Silvano Bricola si esprime tramite la figurazione, anche se la sua più che ad episodi della quotidianità sembra rivolgersi a vicende rivenienti da una antica memoria sedimentata nel tempo ed ormai entrata a far parte di un immaginario onirico.

Le sue immagini in cui convivono uomini, cavalli e animali rappresentano vicende epiche e pezzi di storia...I cavalli di Bricola, così come le figure umane, sembrano provenire da un sogno che ricorre pervicacemente quasi a ricordare una valenza epocale ormai scomparsa.

I colori morbidi e ricchi di evanescenze, la gestualità ampia, i fondi umbratili dai quali compaiono figure in movimento depongono per una idealizzazione trasognata.

Anche Bricola denuncia la labilità dei nostri giorni, ma lo fa per contrapposizione: il cavaliere ed il suo cavallo travolti dagli eventi, tutti e due stramazzati a terra, lasciano trasparire i valori autentici del passato che non concedono spazio alle illusioni della società attuale.

(dalla presentazione alla mostra di Ettore Ceriani)

la-coccinella

Info

dove: San Pietro in Atrio, via Odescalchi 3

Orari

orario:
giovedì – venerdì  17–19
sabato – domenica 10,30–12,30   16,30–19,30 

Inaugurazione sabato 6 maggio ore 18
Ingresso libero

indietro