Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità . Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie policy.

Eventi

Donne cancellate - riportiamole a casa

da  27 ott 2018  a  18 nov 2018

Mostra di fotografie di Gin Angri dall’archivio dell’Ospedale psichiatrico San Martino di Como (1882-1948)

Mostra

365-logo_viola-exp (2)

lodi aa 0_20Il 27 ottobre alle 18 si inaugurerà al Broletto la Mostra “DONNE CANCELLATE. L'archivio dell'ex Ospedale Psichiatrico San Martino di Como nelle fotografie di Gin Angri”, realizzata a cura dell’Associazione OLTRE IL GIARDINO ONLUS, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e con il sostegno economico della Famiglia di Giannino Brenna, di Graziano Brenna e della "Fondazione Bertolaso-Totaro-Sponga". 

La mostra è curata dal critico Roberto Mutti, che parteciperà all’inaugurazione. 

Si avvale della collaborazione di Mauro Fogliaresi (scrittore-poeta socio co-fondatore dell’Associazione Oltre il giardino), di Carlo Fraticelli (Psichiatra, direttore del Dipartimento salute mentale e dipendenze dell’ASST lariana),  di Gianfranco Giudice (storico - filosofo ), di Manuela Serrentino (Medico - psicoterapeuta), di Fabio Cani (storico), di Fulvia Pilo (volontaria della Mongolfiera) e di tutti gli associati di OLTRE IL GIARDINO ONLUS.

Saranno esposte oltre 100 fotografie di Gin Angri delle cartelle cliniche (dal 1882 al 1948) dell’Ospedale Psichiatrico San Martino, oggi a Lodi in un centro Archivi. La mostra è dedicata alle donne, in particolare a quelle ricoverate tra il 1882 e il 1948, poiché le donne furono maggiormente vittime di una istituzione nata con la finalità di custodire, separare e nascondere i soggetti più poveri, socialmente più deboli, senza cultura e senza prospettive, che erano giudicati pericolosi per sé ma soprattutto per la morale e l’ideologia della cultura dominante. Le donne in particolare, se non accettavano i modelli imposti dalla cultura maschile, che le voleva sottomesse, ubbidienti, madri e mogli devote, escluse dalla cultura e dal patrimonio familiare, disposte ad accettare violenze dentro e fuori dalle famiglie, venivano ricoverate nei manicomi e lì restavano spesso fino alla morte, poiché gli strumenti messi in atto per la cura e la guarigione erano scarsi e aleatori. Anche nei manicomi erano oggetto di vessazioni, controllo di ogni forma di autonomia, negazione di rapporti umani con l’esterno, spogliazione di identità, spesso vittime di costrizioni fisiche e violenze.

Per tutta la durata  della mostra si terranno eventi collaterali (conferenze, concerti ecc.), legati al tema del disagio mentale.
Lo scopo è anche quello di sensibilizzare la cittadinanza, e le istituzioni, perché l’Archivio, testimonianza storico-sociale, oltre che scientifica,  ritrovi a Como un’adeguata collocazione. Partner dell’iniziativa l’ASST Lariana.

PROGRAMMA EVENTI COLLATERALI

28 OTTOBRE ORE 17.00
Concerto del Gruppo Tranquille Donne:
Romantico dire di un luogo irreale (storia di ordinaria follia)

31 OTTOBRE ORE 14.30
La redazione di Oltre il giardino

4 Novembre ore 15.00
ArchiviAzioni poetiche (Illuminare le parole che chiamano da un archivio, voci di donne)
Caviardage
con Enrica Paternoster

10 NOVEMBRE ORE 17.00
Alberta Basaglia psicologa, Fondazione Basaglia
Da vicino nessuno è normale (come lo raccontiamo ai bambini)

11 NOVEMBRE ORE 18.00
È impossibile dipingere una donna
Video-concerto del gruppo Trammammuro

12 NOVEMBRE ORE 14.30
Visita guidata alla mostra (lezione dell’Università del tempo ritrovato)

15 NOVEMBRE ORE 14.30
Presentazione del Dizionario della salute mentale assolutamente instabile e in divenire
a cura del CPS di Cantù

17 NOVEMBRE ORE 17.00
Anna Carla Valeriano, storica, Fondazione Università di Teramo: Recluse: quando in manicomio ci finivano le donne

18 NOVEMBRE ORE 17.00
Chiusura
Concerto Senza memoria non c’è bellezza. Storie di donne smarrite con i gruppi musicali Oltre il giardino Project e Dona Flor

 

L’associazione “Oltre il giardino”, fondata da Gin Angri e Mauro Fogliaresi e gestita da un gruppo di volontari e di utenti dei servizi di salute mentale del territorio, da vent’anni opera a sostegno di persone con disagio psichico . In vent’anni di attività l’associazione ha realizzato, nel territorio comasco, progetti in collaborazione con il Dipartimento di salute mentale e con molte realtà culturali del territorio. Attività principale è la redazione della rivista omonima, ma realizza anche  attività di scrittura creativa, laboratori di arteterapia e fotografia, presentazione di libri, organizzazione di concerti con un proprio gruppo musicale “Oltre il giardino project” che ha creato musica e testi delle canzoni del suo repertorio. Accanto a queste attività, “Oltre il giardino” si impegna per mantenere viva la memoria dei materiali dell’archivio dell’ex ospedale psichiatrico San Martino di Como, da qualche anno trasferiti a Lodi, per improvvisa decisione dell’Ospedale Sant’Anna, e di fatto sottratti al territorio di cui sono patrimonio culturale. Con il progetto “RIPORTIAMOLE A CASA” si impegna con altre realtà del territorio al rientro degli archivi nella propria sede di appartenenza

Info

dove: Broletto, Piazza Duomo

Inaugurazione sabato 27 ottobre ore 18

ingresso libero

Orari

martedì/venerdì 15.00/18.30
sabato e festivi 10.00/12.00 – 15.00/18.30
lunedì chiuso
Al mattino solo gruppi con prenotazione

Luogo: Broletto
indietro