Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità . Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie policy.

Eventi

I luoghi dell'industria

da  13 ott 2018  a  21 ott 2018

Omaggio a Mimmo Rotella

Mostra Inaugurazione

365-logo_viola-exp (2)

I_luoghi_dell'industria_Mimmo_Rotella_Decollage_con_sovrapittura_1987_cm380X380Nel centenario della nascita, un allestimento a cura dell’architetto Francesco Murano, celebra al Palazzo del Broletto il grande artista Mimmo Rotella con un’opera esposta a Como nel 2005, in occasione di una mostra che vide l’ultima presenza in pubblico del maestro prima della sua scomparsa.

Mimmo Rotella (Catanzaro, 7.10.1918-Milano, 8.01.2006) è considerato una delle figure più significative del panorama artistico della seconda metà del XX secolo. La sua ricerca si snoda dalle esperienze informali degli anni ’50, alla relazione con il Nouveau Réalisme di Pierre Restany, alle tangenze con la Pop Art. Sono numerose le inziative in corso per celebrarne il centenario della nascita, tra le quali imminente è la grande retrospettiva Mimmo Rotella Manifesto che si inaugura a Roma alla Galleria Nazionale il 30 ottobre.

Anche nella nostra città, grazie alla collaborazione del Comune di Como-Assessorato alla Cultura, si rende omaggio al grande maestro con un’ esposizione a lui dedicata, curata da Francesco Murano, architetto, docente e light designer, che conserva di Rotella il ricordo di un amico:

“A Roma, nel 2011 a Palazzo Cipolla, ho illuminato anche le opere di Mimmo Rotella presenti nella mostra “Gli irripetibili anni 60” curata da Luca Massimo Barbero – ricorda Murano - Ogni volta che do luce ad un’opera entro in contatto con l’artista che l’ha realizzata, un contatto ovviamente mediato dal capolavoro che ho davanti; ma Mimmo Rotella, però, lo conoscevo di persona…Lo conoscevo per via dell’amicizia di Marcello Sèstito: con lui e Pierre Restany avevo trascorso parecchie serate… Proprio insieme a Marcello, nel 1987 a Spinetta Marengo vidi per la prima volta la grande sovrapittura intitolata I luoghi dell’industria, agganciata all’ingresso della casa che Sèstito aveva progettato per la firma del trattato che i Nobel della chimica sottoscrissero allora, impegnandosi a non svolgere più ricerche belliche.
Mi innamorai subito di quel grande telo che poi riuscimmo ad avere insieme ai provini a contatto che mostrano Mimmo Rotella mentre realizza la sovrapittura. Ricordo la felicità che provai, anni più tardi, quando qui a Como vidi insieme l’artista e l’opera: fu nel maggio del 2005, in occasione della mostra che a Mimmo dedicò la galleria Comoarte. Non potevamo sapere che quella sarebbe stata la sua ultima apparizione in pubblico, in Italia, prima della sua scomparsa pochi mesi dopo”.

E proprio questa opera, I luoghi dell’industria, sarà di nuovo protagonista nell’allestimento al Broletto che inaugurerà sabato 13 ottobre alle ore 17.30.
Nella splendida sede del Broletto, il grande telo di questa sovrapittura di Rotella rinasce grazie all’intervento di lighting di Murano, accompagnata dalle immagni che mostrano l’artista in azione e dalla voce narrante dello stesso Mimmo Rotella, che recita alcune della sue poesie fonetiche.
“Un mio omaggio a Mimmo Rotella che diviene parte attiva di un racconto corale, spaziale, visivo, sonoro e poetico dedicato ad un amico e a un maestro, passato per Como e che ora vi ritorna, idealmente, con questa mostra”, conclude Murano.

Info

dove: Broletto, piazza Duomo - Como

Inaugurazione sabato 13 ottobre ore 17.30

ingresso libero

Orari

Da martedì a domenica dalle 9 -12.30 / 14 - 18

Luogo: Broletto
indietro