Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità . Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie policy.

Eventi

Lighea

da  08 apr 2017  a  01 mag 2017

Mostra di Isabella Staino

Mostra

Dall'8 aprile S. Pietro in Atrio ospita la mostra personale dell'artista livornese Isabella Staino, organizzata in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Como.
L'esposizione è suddivisa in tre sezioni: Lighea, il mistero dei gesti semplici e Isabella e l’ombra.
La prima parte della mostra comprende un gruppo di opere recenti mai esposte sul tema "Lighea", ispirato all'omonimo racconto di Giuseppe Tomasi di Lampedusa (1896 - 1957).

Lighea Emergendo da tenebre luminescenti, da fondali animati da creature favolose, le donne-sirena chiamano e si chiamano l’un l’altra. L’antica Lighea, eterna adolescente, regina dei ricci, si mostra in un mare notturno, dall’onda pesante, silenziosa. Opere visionarie tra mitologia e sogno: come se ogni quadro contenesse la profondità del mare, da cui vengono a superficie forme e vividi colori”.

Il mistero dei gesti semplici è un ciclo pittorico composto da opere di grande formato su tela e piccoli dipinti su carta. Questa sessione è stata esposta nel 2016 a Livorno in Villa Fabbricotti e all’isola di Capraia alla Torre del Porto. 

“L’arte figurativa è la più sottile e insolente: è già negli occhi di chi guarda, lo accompagna e lo costringe a lasciarsi sorprendere. La pittura, attraverso macchie che diventano, crea un mondo completo e riconoscibile: in esso lo sguardo indugia, può tornare e ritornare, e ogni volta sarà diverso, fino alla visione fantastica, che forzerà i limiti stessi dell’opera. Oggetti, gesti quotidiani, luoghi e volti: la realtà contiene in sé il surreale, la quiete è inquietante, i colloqui sono intensi nel silenzio.

Pavimenti, stoffe, tatuaggi, hanno simili arabeschi, perché l’uomo non può rinunciare all’antica bellezza, anche in un mondo che la nega. L’opera di pittura è oggetto unico che non muta, eppure all'infinito cangiante; è materia umile, è lavoro della mano, è creazione gelosa e dono. Il mistero dei gesti semplici è svelato dall’arte. L’arte a sua volta è svelata da chi guarda e vi riconosce qualcosa di se stesso, ogni volta e per sempre”.

Infine Isabella e l’ombra comprende opere su carta piccolo formato e tavole originali delle illustrazioni del libro "Isabella e l'ombra" di Antonio Tabucchi, scritto appositamente per Isabella Staino nel 2003. Il racconto è stato illustrato da Isabella nel 2013 ed edito nello stesso anno da Vittoria Iguazu Editora.  

“C’era una volta una bambina che si chiamava Isabella. E questa Isabella pensava per colori.”

 

Isabella Staino è nata nel 1977 a Firenze. Vive e lavora a Livorno.

Info

dove: San Pietro in Atrio, via Odescalchi 3

Orari

orario:
martedì-venerdì dalle 15 alle 19
sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19
Inaugurazione sabato 8 aprile ore 17.30
Ingresso libero

indietro